Crea sito

Come evitare le truffe ai distributori di benzina

Posted on 14 agosto 2013

Truffe a macchia di leopardo nell’Italietta in panne

 

Ma quanti kilometri avrò fatto? Ed è gia finita la benzina? Quante volte vi sarà capitato di pronunciare queste frasi? Tutto regolare siete in Italia. Milleduecentosedici distributori stradali di carburante ispezionati e 174 irregolarita’ scoperte, oltre il 14%. Questi sono i dati registrati dalla Guardia di Finanza dall’ inizio del mese di agosto , in alcuni distributori c’ era la presenza di acqua nel gasolio o erogazione di carburanti inferiore dell’8-10%. I gestori (11 in tutto) sono stati denunciati alle procure della Repubblica territorialmente competenti per frode in commercio o uso di strumenti di misura alterati; 59 tra colonnine e pistole erogatrici sono state sequestrate .

Qualche caso. In provincia di Napoli la Guardia di Finanaza ha scoperto che la truffa ovvero acqua nel gasolio , espediente utilizzato per diluire il carburante e aumentare i guadagni, comportava ad alcuni automobilisti di rimanere ” in panne” poco dopo aver fatto il pieno. In segutio le analisi chimiche hanno portato alla luce quanto sospettato ovvero la presenza del 15% di acqua. A Palermo invece, sono stati denunciati due gestori per frode in commercio perchè le colonnine erano state manomesse in modo da erogare circa il 18% meno di quanto indicato dai contalitri. Pescara e’ la citta delle frodi fantasiose. Nello scorso giugno i finanzieri hanno smascherato due gestori , mentre uno distraeva gli automobilisti con cambio olio o tergicristalli, l’altro azzerava il display modificando il prezzo visualizzato generando in questo modo riserve occulte di carburante in modo da alimentare il commercio in nero.

Come evitare le truffe ai distributori di benzina

Benzina cara, anzi carissima e se gli automobilisti soffrono, i benzinai si arrangiano e qualche volta imbrogliano e truffano i poveri clienti. Dato che in italia,  se non ci scappa il morto non si prendono provveddimenti,  speriamo che in questo caso i controlli non siano solo occasionali , ma costanti e che aiutino a smascherare qualche altro ” furbetto”. Tempo di vacanze, di esodi e controesodi sulle autostrade. E spesso anche di truffe al momento di fare il pieno.  La Guardia di Finanza, pertanto, invita – come accaduto in questa circostanza – a segnalare qualsiasi irregolarità e presunto illecito al servizio di pubblica utilità “117” al fine di garantire trasparenza e correttezza nonché tutela ai cittadini consumatori soprattutto in questo periodo di difficoltà economica, in cui sempre più spesso, qualche “furbo” crede di avvantaggiarsi alle spalle degli onesti cittadini.

Daniela De Matteo

Come evitare le truffe ai distributori di Benzina.

 

Comments are closed.

Log In

Seguici su Twitter