Crea sito

NEET, tirocini formativi per laureati: Ennesima débacle?

Posted on 26 settembre 2013

NEET, tirocini formativi per laureati: Ennesima débacle? | Il 23 settembre doveva prendere inizio il tanto atteso progetto AMVA destinato a giovani laureati che, ad oggi, non hanno un lavoro e non sono impegnati in alcun percorso formativo, i cosiddetti NEET (Not in Education, Employment or Training). Il progetto è destinato a giovani disoccupati di età compresa tra i 24 e i 35 anni, residenti  in una delle quattro regioni: Campania, Sicilia, Puglia e Calabria. Il programma NEET, tirocini formativiha come scopo quello di mettere in relazione i giovani e le aziende attraverso un percorso di tirocinio di durata semestrale, con l’obiettivo di avvicinare i giovani al mondo del lavoro, supportandoli nella ricerca di un’occupazione attraverso una concreta esperienza in azienda. Tale contatto deve avvenire attraverso il portale Cliclavoro in cui i laureati hanno il compito di registrarsi, caricare il proprio CV e candidarsi alla posizione desiderata.

Ecco che il tanto atteso 23 settembre arriva e milioni di laureati si collegano al sito nella speranza di candidarsi tempestivamente ad una delle vacancy. Ma, meraviglia delle meraviglie, qualcosa non va!

Difficoltà nel caricamento e nell’apertura della pagina, messaggi di errore, server mal funzionanti, sovraccarico, impossibilità di accesso e di caricamento del CV e, di conseguenza, impossibilità di candidatura.

Il portale non permette ai giovani candidati di iscriversi al progetto e lascia dietro di sé uno strascico di delusioni con tanto di amaro in bocca.

Già alle 12.00 il portale è non utilizzabile; le candidature vengono rimandate alle ore 16.00, ma anche a quell’ora il portale non dà segni di ripresa. Infine i candidati vengono informati che il portale sarà ripristinato il giorno 25 settembre, a partire dalle ore 12.00.

Le ore 12.00 scatteranno tra poco. Il countdown ha preso inizio e noi siamo qui, in attesa, in perpetua attesa… In attesa di un lavoro, in attesa di un tirocinio, in attesa di un borsa di studio, in attesa di una possibilità… alla ricerca di una speranza che tarda ad arrivare…

Delusioni, delusioni e ancora delusioni.

L’Italia non è in grado di stabilire un rapporto adeguato con gli strumenti della rete, e anche il progetto AMVA sembra preannunciare l’ennesima débacle.

Eppure noi siamo ancora qui: noi ci crediamo, noi vogliamo darci da fare, noi vogliamo crescere ma abbiamo bisogno che il nostro paese ci tenda la mano.

Cosa accadrà alle ore 12.00? Il portale riprenderà a funzionare?

E questo articolo termina così: con una domanda priva di risposta… metafora delle nostre vite e del nostro futuro, un avvenire pieno di quesiti, colmo di dubbi e interrogativi ai quali, forse, non risponderemo mai…

Lisa Lucchese

Siamo al 26 settembre e il sito non funziona. Sulla pagina facebook c’è un avviso con il quale si scarica la responsabilità del guasto all’enorme numero di richieste pervenute. Ci sembra una presa in giro, in quanto il costo annuale della manutenzione di questo sito si aggira intorno ai due milioni di euro l’anno. Tutti soldi dei contribuenti.

Articoli correlati:

NEET, Tirocini Formativi

NEET, Tirocini Formativi

NEET, Tirocini Formativi

NEET, Tirocini Formativi

2 Responses to “NEET, tirocini formativi per laureati: Ennesima débacle?”

  1. GIUSEPPE scrive:

    Ennesimo caso d’illegalità politico-amministrativo. Gioventù allo Sbando a causa di un governo altamente latitante ad ogni incombenza lavorativa.
    Si può definire un governo fautore di violenze e criminalità! I Giovani sono costretti a stoici sacrifici per evitare un coinvolgimento nel crimine imperante. La Repubblica Italiana è stata ridotta ad SpA con la svendita del Servizio Pubblico a varie attività private. Con grande Faccia Tosta si spaccia la Plutocrazia per Democrazia. I Giovani vengano addestrati alla Truffa in qualsiasi Concorso di Lavoro, nel dire falsità nello svolgere lavoro Porta a Porta che nel tempo diventano vere estorsioni sù Millantati Crediti sù presunti consumi mai effettuati. Vedi ENEL ENERGIA che si spaccia per ENEL DISTRIBUZIONE senza possederne i requisiti. Oppure FASTWEB che richiede pagamenti su servizi mai richiesti e mai effettuati. Queste sono le mie esperienze personali. Naturalmente è un fatto risaputo che le Privatizzazioni dei SpA che badano ai loro lauti dividendi, costringendo gli Utenti a decisioni disastrose. Purtroppo la Gioventù viene costretta a Delinquere per Interesse Personale di chi li ha assunti. Vedi le Forze dell’Ordine, costrette a proteggere i Malfattori che li hanno arruolati a discapito dei Giusti e d4egli Onesti oppressi da questi Delinquenti.

  2. GIUSEPPE scrive:

    Pur se il commento precedente sembra fuori luogo, è consono alla situazione disastrosa che coinvolge i Giovani nel marasma amministrativo.


Log In

Seguici su Twitter